12.12
Categoria: Articoli
Scritto da testtest
Visite: 8205
naso aquilino chirurgia

Rinoplastica : la correzione del naso aquilino

La correzione del naso (rinoplastica)  è un intervento richiesto al chirurgo estetico, un tempo solo dalle donne. Oggi si è avuta una netta inversione nelle richieste che provengono ora anche dai ragazzi. Infatti quello che un tempo era considerato il mito di avere un naso aquilino importante è oggi invece completamente snobbato dai ragazzi di oggi.
 
Si preferisce sempre una piccola proiezione di naso detto alla francese. Molti ragazzi a diciotto anni invece di chiedere il classico orologio rolex per entrare in società, chiedono la riduzione del setto nasale (la scusa spesso è perchè respirano male).
 
Una volta in sala operatoria chiedono in realta' di aver un naso regolare e più piccolo. L'intervento grazie alle nuove tecniche si è molto velocizzato e soprattutto ha portato alla  modifica delle medicazioni postoperatorie.
 
Oggi non si verificano più i gonfiori mostruosi dovuta alla rottura delle ossa nasali che erano frequentemente visibili nel passato.
Infatti per il chirurgo estetico è migliorata la conoscenza del corretto decorso dei vasi e soprattutto del deflusso venoso. Durante l'intervento di rinoplastica si usano le compressioni selettive che non ostacolano o bloccano le vene responsabili di gonfiore e dolore.

La medicazione nasale si porta solo per 5 giorni. Dopo solamente la sera.  Si ritorna invece in palestra dopo 21 giorni, prestando attenzione agli altri che potrebbero involontariamente colpirvi.

Per le ragazze l'interesse è sempre nel naso alla francese. In un primo tempo regnava la regolarità del naso che non sembrava operato ma privo di speroni o gobbe. Adesso molto spesso le pazienti richiedono l'insellatura innaturale (naso all'insù) .

Interessante anche la richiesta maggiore di pazienti dell'est tipo cinesi e giapponesi che sognano un naso sempre piu' simile agli europei. Il loro problema rimane solo la mancata presenza della struttura ossea: si tratta di veri e propri "nasi piallati".

Per accontentare questi pazienti si richiedono dei veri e propri interventi ricostruttivi per aumentare notevolmente la proiezione dela naso che in queste persone è assente.

 

Prof.  Ezio Maria Nicodemi
Chirurgia Estetica e Plastica

12.12
Categoria: Articoli
Scritto da testtest
Visite: 5030
seno grande

Rifare il seno

La richiesta di un bel seno è sempre maggiore. Dalle statistiche americane il seno è l'intervento maggiormente richiesto ai chirurghi estetici. Il decollete per la donna è importante. Anche l'uomo è piacevolmente attratto da un bel seno che rappresenta sempre la maggiore e più  importante arma di femminilita'.

Per cui come è possibile raggiungere il sogno di avere un bel seno grande?

Attualmente le protesi mammarie hanno raggiunto il massimo livello tecnologico nella costruzione e nel biomateriale sempre piu' biocompatibile. La testurizzazione (cioe' la presenza di microdecompressioni sulla superficie della protesi) ha consentito una notevole diminuzione dell'insorgenza della capsula periprotesica, cruccio tremendo in passato. Questa complicazione è diminuita dal 30% di incidenza al 3%.

Tale successo invoglia sempre di piu' l'avvicinarsi all'intervento della vita. Il piano migliore dove posizionare la protesi dipende sempre dal tipo di tessuto e pelle che ha la paziente. Se abbiamo una pelle molto sottile forse è meglio usare come piano la fascia del muscolo pettorale.

E' una posizione intermedia che consente una naturale proiezione di una protesi sottocutanea con protezione non eccessiva della fascia muscolare. L'intervento è molto pulito, non doloroso nel postoperatorio e di ottima ripresa. Veloce sono i tempi di ritorno nel sociale (si parla di soli tre giorni riguardati).

La rimozione dei punti avviene al settimo giorno. Grazie alla normativa vigente si puo' impiantare la protesi al compimento del diciottesimo anno. La cicatrice è sempre nascosta nel complesso del capezzolo oppure nel solco mammario.

 

Prof.  Ezio Maria Nicodemi
Chirurgia Estetica e Plastica

12.11
Categoria: Articoli
Scritto da testtest
Visite: 8818
smagliature

Smagliature : eliminarle con il laser

Le smagliature sono delle vere e proprie cicatrici che si presentano sulla pelle. La causa maggiore è dovuta alla rottura delle fibre elastiche del derma. Si chiamano anche striae distensae cioe' linee da distensione oppure atrofia dermo-epidermica.

La sede maggiormente colpita dalle smagliature è l'addome, i fianchi, in alcuni casi le braccia e le gambe.

Le smagliature hanno all'inizio un aspetto rossastro che si attenua nel tempo e si chiamano striae rubrae (dette anche smagliature rosse ), dopo assumono un aspetto madreperlaceo e si chiamano striae albae (dette smagliature bianche ).

Leggi Tutto
Torna su